Il presente sito web utilizza "cookie" per migliorare comunicazione e navigazione. Continuando a visitarlo, accetti le condizioni sull'utilizzo dei cookie. X

Luna Rossa

Associazione di Promozione Sociale

Corsi di Tango Argentino, Milonga e Vals con Nadia e Felice

- la prima lezione di prova è sempre gratuita- è possibile iscriversi anche a corsi già iniziati -

I nostri corsi hanno un percorso didattico graduale, che si sviluppa dagli iniziali otto passi base e si sviluppa all’infinito, acquisito negli anni di apprendistato sotto la guida dei migliori maestri e maturato in anni di esperienza nell’insegnamento.

Ciò consente di fornire agli allievi una base solida di conoscenze tecniche e pratiche che ha come obiettivo l'insegnamento di un tango classico che si fonda nell’arte dell’abbraccio, con la magica miscela della distribuzione dei pesi, della marca e della musica e libero da ogni etichettatura.

Con queste basi universali col tempo l'allievo se lo riterrà opportuno eventualmente sceglierà uno stile particolare di tango, senza dimenticare i fondamentali della tradizione.

I nostri corsi sono strutturati in lezioni settimanali di 1 ora ciascuna, hanno inizio con la fine di settembre e terminano in giugno. La partecipazione è preferibile in coppia, per i single gli insegnanti cercheranno tra gli iscritti o tramite i propri collaboratori l'abbinamento e disponibilità di un partner.

I nostri corsi si articolano su distinti livelli:

1 - Principianti/primi passi: questo primo livello che ha come durata tutto il primo anno, è dedicato a chi vuole avvicinarsi al tango. Si trasmettono secondo la migliore tradizione appresa in Argentina, i concetti basici indispensabili per una giusta crescita nella danza, i codici, regole di comportamento nelle milonghe quale base imprescindibile dalla buona educazione, la camminata, la marca, la musicalità, un’impostazione solida che permette già di muoversi agevolmente nella sala; nel corso dell'anno saranno insegnati accanto al Tango anche i rudimenti della Milonga e del Vals.

2 - Intermedi: dedicato a chi balla da oltre un anno. Prevede l'approfondimento della relazione di coppia, l’analisi del movimento e quindi le possibilità dell’abbraccio chiuso e aperto, l'ascolto delle potenzialità del proprio corpo, del partner sulla musicalità, lo studio approfondito sia per il Tango, la Milonga e Vals.

3 - Avanzati: corso per chi balla da oltre due anni, con attenzione particolare ai dettagli dei movimenti e dei pesi, all'approfondimento della tecnica, armonia e musicalità, sviluppare le proprie capacità, possibilità di ampliare le conoscenze nell’ascolto e nell’interpretazione musicale, la creazione di figure nuove in funzione della relazione con il partner, l’orchestra e dello spazio a disposizione, del Tango, Milonga e Vals.

In tutti i corsi corrediamo la didattica con contributi e referenze storiche e culturali, apprese dai nostri illustri insegnanti, dalle memorie storiche di vecchi milongheri sia italiani sia direttamente da esperti ballerini a Buenos Aires, tra tutti ci piace ricordare i maestri Carlito Perez e Rosa Forte.

E’ nostra premura portare gli allievi in gruppo nelle serate presso la nostra milonga storica “La Cueva” ma anche in milonghe diverse sparse sul territorio e trasmettere direttamente sul posto i codici di comportamento, sostenere l’allievo per facilitare le ambientazioni nelle sale al momento sconosciute, per ballare con la necessaria consapevolezza e disinvoltura.

Periodicamente organizziamo stage indirizzati all’interno della scuola, di tecnica femminile e maschile, seminari anche con maestri riconosciuti di grande levatura;

inoltre impartiamo lezioni individuali, maschili o femminili, di coppia.


Curriculum Artistico degli insegnanti Nadia Sorrentino e Felice Di Noia

Felice DiNoia, dopo una parentesi nei balli caraibici, nel 2000 si avvicina al tango argentino, mentre Nadia Sorrentino nel 1999 inizia il suo percorso nel tango; entrambi sono diplomati Maestri di Tango argentino presso l’ associazione FIPD, Federazione Italiana Professionisti Danza, Associazione riconosciuta dal CONI.

Nel 2006, Nadia e Felice iniziano a insegnare cercando SEMPRE di trasmettere quanto appreso dai loro illustri insegnanti; nelle loro lezioni fanno costantemente riferimento alla dimensione storico culturale portena quale base fondamentale per comprendere la danza e i suoi codici. Nel loro stile e metodo d’ insegnamento rivestono particolare importanza la camminata e l’ abbraccio, basi insostituibili per l’ espressione della musicalità.

Tra i loro allievi spicca per bravura e bellezza la show girl Nina Senicar, meno conosciuta come bravissima "seguidora di tango".

La loro formazione è stata costruita con l’ assidua partecipazione negli anni a stage, seminari, workshop e lezioni private: con i Campioni del Mondo Sebastian Ariel Jimenez/ Maria Ines Bogado, il Pajaro, Diego Riemer, Javier Rodriguez/Noelia Barsi, Geraldin Rojas, Sebastian Arce/Mariana Montes, Luis Castro/Claudia Mendoza, El Pibe Sarandi-Alejandra Mantinan-Jorge Firpo, Mariachiara Micheli, Alberto Scarico/Sabrina Rovelli - Sergio Natario/Alesandra Arruè- Alejandro Gabriel Angelica, Roberto Herrera, Carina Calderon e Marco Dal Forno, Gonzallo Cuello e molti altri.

Nel 2008 si perfezionano a Bergamo studiando con i ballerini/coreografi Adrian Aragon ed Erica Boaglio.

Nel 2010 si esibiscono nella serata di gala presso Milano Danzaexpò, per la premiazione e riconoscimento alla carriera dell'étoile della danza, Luciana Savignano.

Dal 2010 per circa un anno fanno parte del Gruppo Tangoevita, esibendosi in varie località italiane.

Nel 2010 partecipano, a Torino, agli European Championship tango argentino, categoria Tango Salon.

Dal 2011 al 2014 si esibiscono in varie località e teatri della Lombardia.

Nel gennaio 2015 partecipano nel ruolo di Coach allo spettacolo Saremmo Famosi, presso il Teatro Pelotas a Milano, con la giuria formata da Natalja Titova, Maurizio Preziosi e Mara Maionchi, condotto dal Mago Forest; qui la coppia per il ballo da loro preparata e seguita si aggiudica il massimo riconoscimento della giuria vincendo il primo premio.

Nel giugno 2015 sono chiamati a partecipare allo spettacolo "Tiempo de Tango" presso il Teatro Arcimboldi a Milano, tra le venti coppie scelte da Angel Miguel Zotto in rappresentanza dell’ Italia per omaggiare il maestro-ballerino coreografo Juan Carlo Copes; spettacolo questo fortemente voluto e realizzato da Miguel Zotto e Dajana Guspero con artisti di altissimo livello tra i quali Pablo Moyano e Sebastian Arce. Sul finire del 2015, Felice si diploma Maestro di Tango argentino categoria ORO, presso l’ associazione ANMB, Associazione Nazionale Maestri di Ballo, Associazione riconosciuta dal CONI. Nel 2016, Felice si diploma Maestro Internazionale di Danza WDC.

Nel maggio 2016 Nadia e Felice si sono recati di nuovo per tre settimane in Argentina a Buenos Aires, dove si perfezionano studiando presso la storica "Casa del Tango" del Centro Culturale Borges, e presso la scuola Mariposita de San Telmo gestita dalla professionista Carolina Buonaventura, con i preparatissimi competitori e maestri Paula Ferrara e Aldo Romero. Saltuariamente, quando liberi da impegni, valutano per la propria federazione nel ruolo di giudici di gara nelle competizioni della propria specialità.

Attualmente continuano a studiare e si perfezionano con assiduità con i maestri /coreografi argentini, Angel Miguel Zotto e Daiana Guspero, presso la Zotto Accademy a Milano.

Periodicamente si trasferiscono a Buenos Aires, in Argentina, per studiare con l’ anziano maestro Carlito Perez per approfondire gli antichi codici milongueri.

In questo periodo Felice e Nadia insegnano in varie scuole in Lombardia.

Tradizionalmente, insegnano e gestiscono le serate di milonga presso la Cueva a San Giuliano Milanese, una delle più storiche milonghe di Milano e hinterland; qui si tengono stage, seminari e concerti con maestri di alta levatura artistica provenienti da tutto il mondo, e tutte le iniziative ideate e create da Nadia Sorrentino allo scopo di diffondere il tango argentino, i suoi codici, la sua cultura, e ricordando costantemente la natura sociale del ballo.

Seguici anche su Facebook